BRIGLIA 2.JPG

Ripristino della naturalità del tratto urbano del torrente Mallero

Informazioni

Dati generali

Bando

Connessione ecologica (2015)

cerca tutti i progetti di questo bando ›

Titolo

Ripristino della naturalità del tratto urbano del torrente Mallero

Localizzazione
  • SONDRIO (SONDRIO)
Date

Avvio: 01/01/2016

Conclusione: 31/12/2018

Ente capofila

Unione Pesca Sportiva della Provincia di Sondrio Via del Fiume, 85 - 23100 SONDRIO (SO) LOMBARDIA

Guarda i progetti dell'ente >

Importi

Budget progetto 320.000 €

Contributo Fondazione Cariplo 320.000 €

Partner
  • Comune di Sondrio

Sinergie

Questo progetto è collegato al progetto Uso dell'acqua e salvaguardia ambientale e della biodiversità nei bacini di Adda, Mera, Poschiavino e Inn, finanziato da UPS nell'ambito del INTERREG (2011)

Descrizione del progetto

Obiettivi

Il progetto si pone l'obiettivo di ripristinare la continuità fluviale tra il tratto urbano del Torrente Mallero e il Fiume Adda e di permettere la colonizzazione da parte delle specie ittiche di interesse conservazionistico.

Il progetto, tramite la realizzazione di interventi a scala locale, permette il miglioramento della qualità ambientale del corso d'acqua del Mallero e in generale del corridoio ecologico fluviale dell'Adda. Il progetto risponde quindi alla volontà espressa dal bando di attuare nella pratica azioni fondamentali per il rafforzamento della matrice ambientale e delle caratteristiche strutturali dei corridoi ecologici mirando al miglioramento della connessione ecologica.

Azioni

La strategia di progetto prevede sia la realizzazione di interventi di deframmentazione in corrispondenza di tre briglie nell'ultimo tratto urbano del Torrente Mallero, sia la creazione di habitat eterogenei con zone di sosta e rifugio per la fauna ittica.

In particolare le azioni previste sono:

- attività di coordinamento;

- indagini preliminari (rilievi planoaltimetrici e topografici);

- progettazione esecutiva e direzione lavori;

- realizzazione di 3 interventi di deframmentazione tramite la costruzione di rampe in pietrame a valle di briglie localizzate negli ultimi 600 del Torrente Mallero;

- realizzazione di interventi di naturalizzazione del torrente Mallero tramite la costruzione di cluster di massi tra la prima e la seconda briglia e una serie di pennelli (cordonature di massi disposti perpendicolarmente il corso del fiume) tra le seconda e la terza briglia;

- monitoraggio per l'analisi della comunità ittica (2 campagne di monitoraggio ante operam e post opera con campionamenti tramite elettropesca);

- didattica, educazione ambientale e divulgazione (cartellonistica, opuscoli, pubblicazione, convegno finale, aggiornamento sito web dell'ente).

Risultati

La rimozione delle discontinuità presenti lungo il corso d'acqua unitamente alla creazione di habitat eterogenei per la fauna ittica permetterà di ottenere un netto miglioramento della qualità ecologica del Torrente Mallero. In particolare, l’eliminazione degli ostacoli alle migrazioni porterà benefici alle popolazioni ittiche che richiedono spostamenti trofici e riproduttivi per il completamento del loro ciclo vitale, con un’immediata risposta della comunità ittica consistente in un aumento di specie e di individui a monte degli ostacoli. Inoltre, le zone rifugio create favoriranno la ricolonizzazione del tratto fluviale.

Valutazione complessiva del progetto

Tutte le azioni di progetto sono state correttamente eseguite e portate a termine.

Le opere consistenti in un passaggio per pesci a bacini successivi e due rampe in pietrame sono state realizzate e permettono ora la piena percorribilità del torrente di torrente da monte a valle e viceversa da parte delle specie ittiche. La criticità sono quindi state completamente risolte. In totale, il corridoio fluviale liberato da discontinuità è pari a circa 2.000 metri.

Si ritiene che le opere siano quindi da considerare efficaci, anche in relazione al monitoraggio della fauna ittica effettuato. Questo ha evidenziato la presenza in tutte le stazioni di un abbondante numero di esemplari di trota fario, con una popolazione ben strutturata nelle diverse classi di età sia in fase ante sia in post operam.

La trota marmorata era rappresentata da esemplari di notevoli dimensioni, potenziali riproduttori che rivestono un ruolo molto importante nel mantenimento della popolazione, anche nei campionamenti post operam.

La presenza del temolo è purtroppo risultata sporadica e scarsamente rappresentata. Gli esemplari di questa specie in fase ante operam sono stati osservati principalmente nel tratto terminale del Mallero, mentre nel campionamento eseguito in post operam, nel tratto compreso fra la briglia 2 e la briglia 3, sono stati individuati due esemplari adulti, segnale questo del fatto che la specie è migrata a monte attraverso il passaggio per pesci.
Per quanto riguarda lo scazzone, questo è risultato abbondante nel tratto terminale del torrente mentre è assente nelle stazioni a monte. La specie è tuttavia molto sedentaria e può quindi essere necessario un periodo di tempo maggiore per la sua migrazione verso monte. 

All'interno dei passaggi per pesci sono stati rinvenuti numerosi esemplari, indice dell’idoneità ittica dell’habitat idraulico degli stessi. In particolare, fra le due rampe realizzate a valle della briglia 2 sono stati rinvenuti esemplari adulti e di grossa taglia di trota fario, probabilmente in risalita pre-riproduttiva.

Si ritiene che nel lungo periodo, gli esemplari di varie dimensioni e di varie specie tenderanno a colonizzare i tratti di monte del torrente Mallero così come osservato nei campionamenti effettuati nell'immediato post operam, in particolare per gli esemplari riproduttori delle specie provenienti dalla foce in Adda.

Uno dei punti di forza del progetto è certamente dato dal partenariato che ha visto coinvolti due enti estremamente impegnati e interessati al territorio, ossia l'Unione Pesca Sportiva della provincia di Sondrio da sempre impegnata nella salvaguardia delle risorse naturali provinciali, e il Comune di Sondrio, partner fondamentale quest'ultimo proprio perché il tratto terminale del torrente scorre nel suo territorio e perché esso ha già investito nella valorizzazione dell'area dal punto di vista naturalistico e fruitivo tramite la realizzazione del Parco Adda Mallero Renato Bartesaghi.

100% EFFICACIA
degli
interventi

Output

Interventi di riqualificazione fluviale o lacustre/ripristino degli ambienti acquatici superficiali
  • Numero di attraversamenti per ittiofauna realizzati 3
  • Elenco di attraversamenti per ittiofauna 1 passaggio per pesci a bacini successivi, 2 rampe in pietrame
Interventi di deframmentazione dei corridoi ecologici fluviali e terrestri
  • Numero di attraversamenti per ittiofauna realizzati 3
  • Tipologia degli attraversamenti per ittiofauna realizzati 1 passaggio per pesci a bacini successivi, 2 rampe in pietrame
Attività di monitoraggio
  • Monitoraggio faunistico ex ante
    Numero di specie monitorate: 4
    Elenco delle specie monitorate: trota fario, trota marmorata, scazzone, temolo
    Numero di stagioni di campo: 4
  • Monitoraggio faunistico ex post
    Numero di specie monitorate: 4
    Elenco delle specie monitorate: trota fario, trota marmorata, scazzone, temolo
    Numero di stagioni di campo: 4
Attività/interventi di fruizione/divulgazione/sensibilizzazione
  • Numero di eventi di divulgazione 2
  • bacheche 2 unità

Contatti

Ente capofila

Unione Pesca Sportiva della Provincia di Sondrio Via del Fiume, 85 - 23100 SONDRIO (SO) LOMBARDIA

https://www.unionepescasondrio.it/

valterbianchini89@gmail.com

0342 217 257

Referente di progetto

Valter Bianchini

info@unionepescasondrio.it

0342 217 257

Partner
  • Comune di Sondrio

Gli altri progetti dell'Ente

Mappa degli interventi

Nessun intervento georeferenziato per questo progetto.

Gli altri progetti ubiGreen

Bando Connessione ecologica (2013)

Budget 200.000 €

Nuove Connessioni per il Parco del Mincio – I corridoi ecologici tra Monzambano, Cavriana e Solferino

Ente Parco Regionale del Mincio

Localizzazione

Nuove Connessioni per il Parco del Mincio – I corridoi ecologici tra Monzambano, Cavriana e Solferino

Budget 200.000 €

Contributo 107.000 €

Bando Connessione ecologica (2012)

Budget 542.300 €

Azioni ed interventi finalizzati al miglioramento delle condizioni ecologiche, paesaggistiche e idromorfologiche del Fiume Oglio nel suo tratto intermedio (Edolo – Breno)

Ente Comunità Montana di Valle Camonica

Localizzazione

Azioni ed interventi finalizzati al miglioramento delle condizioni ecologiche, paesaggistiche e idromorfologiche del Fiume Oglio nel suo tratto intermedio (Edolo – Breno)

Budget 542.300 €

Contributo

Bando Connessione ecologica (2014)

Budget 202.000 €

PROGETTO DARDO - “Studio di fattibilità per la connessione idraulico ecologica tra il Canale Villoresi e il Naviglio Grande nel Sistema Verde Multifunzionale V’Arco Villoresi”

Ente Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi

Localizzazione

PROGETTO DARDO - “Studio di fattibilità per la connessione idraulico ecologica tra il Canale Villoresi e il Naviglio Grande nel Sistema Verde Multifunzionale V’Arco Villoresi”

Budget 202.000 €

Contributo 100.000 €

Bando Connessione ecologica (2013)

Budget 185.193 €

NEXUS - La realizzazione della Rete Ecologica tra il Parco Valle del Lambro e il Parco delle Groane

Ente Città di Desio

Localizzazione

NEXUS - La realizzazione della Rete Ecologica tra il Parco Valle del Lambro e il Parco delle Groane

Budget 185.193 €

Contributo 107.000 €