Argine zona umida

Valorizzazione del corridoio ecologico fra i due Sic, Pineta di Cesate e Boschi delle Groane

Informazioni

Dati generali

Bando

Tutelare e valorizzare la biodiversità (2007)

cerca tutti i progetti di questo bando ›

Titolo

Valorizzazione del corridoio ecologico fra i due Sic, Pineta di Cesate e Boschi delle Groane

Localizzazione
  • CERIANO LAGHETTO (MILANO)
  • CESATE (MILANO)
  • LIMBIATE (MILANO)
  • SOLARO (MILANO)
Date

Avvio: 02/01/2008

Conclusione: 31/12/2009

Ente capofila

Parco Regionale delle Groane Via Polveriera, 2 - 20020 SOLARO (MI) ITALIA

Guarda i progetti dell'ente >

Importi

Budget progetto 187.597 €

Contributo Fondazione Cariplo 113.000 €

Partner
  • Associazione italiana per il WWF for Natura ONG Onlus

Sinergie

Questo progetto è collegato al progetto Recupero ambientale dei siti di interesse comunitario (Bioitaly), finanziato da Commissione europea nell'ambito del LIFE Natura (1996)

Questo progetto è collegato al progetto Interventi di riqualificazione naturalistica degli habitat di Interesse Comunitario presenti nei SIC del Parco delle Groane”, finanziato da Fondazione Cariplo nell'ambito del bando Tutelare e valorizzare la biodiversità (2008)

Descrizione del progetto

Obiettivi

Il progetto si pone quale obiettivo generale quello di migliorare e valorizzare i tipi di habitat presenti all'interno della fascia che separa i due Sic al fine di garantire continuità territoriale e nelle aree di confine dei due Sic rispetto alla suddetta fascia. In particolare si perseguiranno cinque obiettivi: a)miglioramento e ampliamento delle superfici boscate; b)controllo dell'evoluzione naturale nelle aree di brughiera al fine di evitarne l'imboschimento, formazione di fasce ecotonali a margine del bosco; c) provvedere al mantenimento delle zone umide evitandone l'interramento e al recupero della rete di drenaggio superficiale delle acque di ruscellamento; d) realizzazione di corridoi faunistici per consentire alla microfauna il superamento delle barriere antropiche; e) fruizione di tipo didattico su percorsi a ciò adibiti e realizzati al fine di evitare danneggiamenti all'ambiente naturale e ai siti maggiormenti delicati e a equilibrio più instabile.

Azioni

Le azioni di progetto sono: a) rimboschimento di terreni agricoli marginali e poco produttivi; b) diradamenti selettivi di tipo basso e fitosanitario nelle zone boscate attualmente strutturate a giovani perticaie di specie pioniere privilegiando l'affermazione della farnia; c) interventi selvicolturali all'interno delle fustaie adulte al fine di favorire l'affermazione della rinnovazione delle specie tipiche locali dell'habitat e il contenimento delle specie esotiche e invadenti; d) taglio della rinnovazione spontanea di tipo arboreo nelle aree a brughiera, formazione di fasce ecotonali mediante realizzazione di siepi di arbusti o diradamenti di margine; e) asportazione materiale depositato nelle zone umide, ripristino della rete di scolo riprendendo i vecchi fossi di drenaggio; f) realizzazione di sottopassi stradali per il passaggio della microfauna; f) realizzazione di passerelle in legno all'interno delle zone umide.

Risultati

I risultati riguardano: a) il mantenimento, la conservazione e la valorizzazione degli habitat "lande secche di brughiera" e "acque stagnanti da oligotrofe a mesotrofe"; b) ampliamento e stabilizzazione delle zone costituite da boschi di farnia e carpino bianco sia per composizione specifica, sia per quanto riguarda la struttura; c) aumento delle popolazioni di specie animali appartenenti alla microfauna per incremento delle nicchie ecologiche e per una maggiore stabilizzazione delle relative popolazioni; d) una fruizione delle zone maggiormente esposte alla pressione antropica rispettosa della tutela dell'ambiente naturale.

Valutazione complessiva del progetto

Le aree imboschite risultano ben attecchite e le piantine non hanno subito una rilevante mortalità; con le zone umide migliorate si è limitata l'invadenza delle specie idrofile e favorito il ristagno dell'acqua consentendo alle specie anfibie di completare i processi metamorfici; con gli interventi selvicolturali si è favorito l'allontanamento delle specie indesiderato e l'affermazione della rinnovazione delle specie tipiche locali; si è infine consentita la conservazione di una vasta area di brughiera

Punti di forza:

  • l'ampliamento delle superfici boscate e la conservazione degli habitat naturali e caratteristici della zona delle Groane

Punti di debolezza:

  • la difficoltà di conservare le aree di brughiera e la effettiva efficacia dei sottopassi per anfibi

70% EFFICACIA
degli
interventi

Output

Cure e interventi selvicolturali
  • Numero di aree soggette ad interventi selvicolturali 2
  • Estensione totale delle aree soggette ad interventi selvicolturali 53.600 m2
Interventi di riqualificazione/creazione di habitat e di tutela delle specie
  • Numero di rimboschimenti effettuati 2
  • Estensione totale dei rimboschimenti effettuati 13.300 m2
  • Numero di nuove cenosi boschive create 2
  • Estensione totale delle nuove cenosi boschive create 13.300 m2
  • Numero di aree umide riqualificate 3
  • Estensione totale delle aree umide riqualificate 6.000 m2
  • Numero di nuovi habitat creati presenti nell'allegato I Direttiva Habitat 1
  • Elenco e codice RETE NATURA 2000 per i nuovi habitat creati

    Bosco di Farnia e Carpino bianco: 9160

  • Numero di habitat ripristinati presenti nell'Allegato I Direttiva Habitat 1
  • Elenco e codice RETE NATURA 2000 per gli habitat ripristinati

    lande secche di brughiera: 4020

  • Numero di specie animali tutelate presenti nell'Allegato II Direttiva Habitat 2
  • Elenco delle specie animali tutelate Rana di lataste, Rospo smeraldino
  • Numero di specie avifauna tutelate presenti nell'Allegato I Direttiva Uccelli 3
  • Elenco delle specie avifauna tutelate Gruccione, Topino, Martin pescatore
Interventi di deframmentazione dei corridoi ecologici fluviali e terrestri
  • Numero di attraversamenti per anfibi realizzati 1
  • Tipoligia degli attraversamenti per anfibi realizzati Tunnel per anfibi sottostrada

Contatti

Ente capofila

Parco Regionale delle Groane Via Polveriera, 2 - 20020 SOLARO (MI) ITALIA

http://www.parcogroane.it/

protocolloparcogroane@promopec.it

029698141

Referente di progetto

Frezzini Luca

luca.frezzini@parcogroane.it

3487297652

Partner
  • Associazione italiana per il WWF for Natura ONG Onlus

Gli altri progetti dell'Ente

Mappa degli interventi

Livelli in mappa















Allegati

Nessun allegato caricato per questo progetto.

Gli altri progetti ubiGreen

Bando Tutelare e valorizzare la biodiversità (2007)

Budget 98.660 €

Riserva Naturale Valle del Freddo: serbatoio di biodiversità

Ente Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi

Localizzazione

Riserva Naturale Valle del Freddo: serbatoio di biodiversità

Budget 98.660 €

Contributo 50.000 €

Bando Tutelare e valorizzare la biodiversità (2011)

POA – Produzione Ottimizzata Autoctone (Produzione di fiorume autoctono certificato da prati ad alta biodiversità)

Ente Fondazione Piero Fojanini di Studi Superiori

Localizzazione

Progetto in corso...

Bando Tutelare e valorizzare la biodiversità (2008)

Budget 79.911 €

Ripristino e potenziamento della rete ecologica tra aree Natura 2000

Ente Parco Lago Segrino

Localizzazione

Ripristino e potenziamento della rete ecologica tra aree Natura 2000

Budget 79.911 €

Contributo 48.000 €

Bando Tutelare e valorizzare la biodiversità (2011)

Budget 100.000 €

PLIS dei Mughetti tra i Comuni di Origgio e Uboldo: l'ultimo tassello del corridoio ecologico e fluviale del Torrente Bozzente

Ente Comune di Origgio

Localizzazione

PLIS dei Mughetti tra i Comuni di Origgio e Uboldo: l'ultimo tassello del corridoio ecologico e fluviale del Torrente Bozzente

Budget 100.000 €

Contributo 50.000 €